Avere una relazione con qualcuno che soffre di depressione e ansia: come sostenere il tuo partner

Nessuno ha una relazione perfetta. Perché nessuno è perfetto. Sappiamo che è impossibile andare d'accordo con qualcuno tutto il tempo e non avere mai un disaccordo, quindi non saremo felici tutto il tempo. Tuttavia, se il tuo partner ha una condizione di salute mentale come la depressione o il disturbo d'ansia, avrai più della tua giusta quota di problemi. La vita può essere abbastanza stressante quando cerchi di andare d'accordo con il tuo partner quando è stanco o ha avuto una brutta giornata, ma cosa succede se il tuo partner è depresso o ansioso tutto il tempo? O anche solo qualche volta. Come fai a sapere la differenza tra la persona amata di cattivo umore e qualcuno che soffre di depressione o ansia? Innanzitutto, è necessario conoscere i segni e i sintomi di questi disturbi comuni.

Cos'è la depressione?



Fonte: rawpixel.com

Secondo il National Institute of Mental Health (NIH), la depressione è un grave disturbo dell'umore che causa sintomi con il modo in cui una persona pensa, si sente e gestisce le attività quotidiane come lavorare, mangiare, dormire e le relazioni. I sintomi devono durare per almeno due settimane per poter diagnosticare la depressione. Altrimenti, potrebbe essere solo che il tuo partner era triste per qualcosa o stava attraversando una fase. Alcuni dei sintomi includono:

  • Tristezza cronica o sensazione di vuoto
  • Vari dolori, dolori e problemi digestivi
  • Perdita di appetito o mangiare più del solito
  • Insonnia o incapacità di dormire
  • Dormire più del solito
  • Difficoltà a ricordare le cose
  • Avere difficoltà a concentrarsi
  • Incapacità di prendere decisioni
  • Grave stanchezza e mancanza di energia
  • Nessuna motivazione per fare qualcosa
  • Mancanza di interesse per gli hobby e le attività che di solito ti piacevano
  • Sentirsi in colpa o inutile
  • Pensieri di suicidio

Tipi di depressione

Un'altra cosa da notare è che esistono diversi tipi di depressione. Sebbene siano tutti simili in qualche modo e possano condividere sintomi uguali o simili, ognuno di essi presenta una differenza significativa in termini di diagnosi, persistenza o gravità. Ad esempio, il disturbo affettivo stagionale colpisce tipicamente le persone nei mesi invernali e la depressione postpartum colpisce le neomamme. Ecco i diversi tipi di depressione:


  • Disturbo depressivo maggioreè caratterizzato da cinque o più sintomi di depressione che durano più di due settimane. Questi devono avere un impatto sulle tue attività quotidiane e farti essere triste o triste quasi tutti i giorni.
  • Disturbo depressivo persistenteè uguale alla depressione maggiore ma dura per più di due anni.
  • Disturbo affettivo stagionaleè un periodo di depressione grave o maggiore che si verifica solo durante l'autunno e l'inverno. Si pensa che ciò sia dovuto alla mancanza di luce solare e ai giorni più brevi, ma gli esperti non sono certi della causa esatta.
  • Depressione postpartopuò essere una condizione molto grave che colpisce le neo mamme a causa di uno squilibrio ormonale o di una gravidanza difficile. La sensazione di non essere un buon genitore, l'essere sopraffatti, il sentirsi soli e il pensiero di ferire se stessi o il bambino sono sintomi comuni a questo pericoloso disturbo.

Fonte: rawpixel.com

  • Disturbo premestruale,noto anche come PMS, è in genere causato da uno squilibrio ormonale che si verifica subito prima o all'inizio del ciclo mestruale. Può causare sbalzi d'umore, affaticamento, irritabilità e difficoltà di concentrazione.
  • Depressione bipolare,noto anche come depressione maniacale, fa salire e scendere gli stati d'animo. Per un certo periodo di tempo sarai eccessivamente energico, non dormirai e potresti prendere decisioni sbagliate o agire in modo impulsivo. Altre volte, sarai estremamente depresso e non vorrai nemmeno alzarti dal letto per giorni alla volta.

E l'ansia?

L'ansia è qualcosa che tutti sperimentiamo a volte nella nostra vita, ma quando l'ansia è un compagno costante o se la tua ansia sta interrompendo le tue attività quotidiane, questa non è ansia normale; è un disturbo d'ansia. L'ansia è caratterizzata da paura o preoccupazione per certe cose o situazioni che feriscono le tue emozioni e comportamenti. I disturbi d'ansia sono la malattia mentale numero uno più comune e colpiscono oltre 264 milioni di persone ogni anno. Simile alla depressione, ci sono anche diversi tipi di disturbi d'ansia. Alcuni di questi includono:

  • Disturbo ossessivo-compulsivo, o OCD, è una preoccupazione costante per qualcosa come la paura di ammalarsi o la necessità di contare o fare le cose in un certo ordine. Ad esempio, qualcuno con disturbo ossessivo compulsivo potrebbe dover accendere e spegnere una luce tre volte prima di entrare o uscire da una stanza o potrebbe dover organizzare il cibo con diversi colori o forme prima di mangiare. In altre parole, sono ossessioni.
  • Disturbo post traumatico da stress, o PTSD, è un disturbo grave causato da un trauma accaduto nella tua vita come una guerra, un grave incidente automobilistico, un disastro naturale come un tornado o un terremoto o un fattore di stress come perdere qualcuno che ami o divorziare. I sintomi sono simili ad altri disturbi d'ansia, ma includono anche flashback, isolamento e terrori notturni.
  • Disturbo d'ansia socialeè una paura innaturale di umiliazione o imbarazzo in una situazione sociale come parlare con persone che non conosci o andare a una festa. Tuttavia, può diventare così brutto che ti fa smettere di parlare con amici, familiari e sconosciuti.
  • Disturbo d'ansia generalizzatoè un'eccessiva e incontrollabile preoccupazione costante per tutto e pensare al peggio di ogni situazione. È la paura che accada qualcosa di brutto, qualunque cosa tu faccia, quindi hai paura di fare quasi tutto.
  • Fobie specifichesono quando si ha una paura estrema e costante di una determinata situazione o di un oggetto come la paura dell'altezza, dei ragni o dei serpenti, o si ha paura di parlare di fronte agli altri. Alcune persone faranno di tutto per evitare alcune situazioni che potrebbero persino causare loro un pericolo.

Fonte: pexels.com


Non essere un facilitatore o uno spintore

Mentre va bene essere comprensivi e comprensivi quando i tuoi cari stanno soffrendo, quando si tratta di ansia e depressione, non vuoi essere eccessivamente comprensivo o favorevole. Ad esempio, se il tuo coniuge o partner è depresso e non si alza dal letto per giorni, lasciarli stare a casa e non fare nulla mentre li aspetti non è un bene per loro. O per la tua relazione. Tuttavia, non è nemmeno un bene per te cercare di costringerli a situazioni che causano loro ansia o depressione. Se il tuo partner ha un disturbo d'ansia sociale, non è una buona idea continuare a invitare un gruppo di persone quando sai che li mette a disagio.

Sii di supporto

La cosa migliore che puoi fare per il tuo partner se soffre di ansia o disturbo depressivo è aiutarlo a ottenere aiuto. Senza spingerli a vedere un terapista o un consulente, parlare con loro di come ottenere un trattamento può migliorare la loro vita. Fai loro sapere che sei lì per loro e farai anche consulenza o terapia con loro se lo desiderano. In effetti, è una buona idea che tu faccia qualche consulenza di coppia se uno di voi ha un disturbo di salute mentale. Perché è già abbastanza difficile andare d'accordo con qualcuno tutto il tempo senza avere la pressione di un disturbo d'ansia o depressione che si frappone.

Non biasimarli

Non importa cosa, assicurati che il tuo partner sappia che ci tieni a lui e che non lo stai incolpando per nulla. Ad esempio, non dovresti mai dire loro che se non ricevono l'aiuto che li lascerai o che la loro malattia mentale sta distruggendo il tuo matrimonio o la tua relazione. È una malattia proprio come il cancro o una malattia cardiaca e non è qualcosa che ha scelto il tuo partner. Non lo stanno facendo apposta e si sentono sicuramente peggio di te riguardo alla situazione. Possono solo essere spaventati o negare.

Parla alla persona amata di come si sente e ascolta quello che ha da dire. Non cercare di analizzarli o di dire loro cosa c'è che non va in loro. Non sei il loro terapista, sei il loro partner. Devono sapere che sarai lì per loro non importa cosa e che puoi gestire ciò che verrà dopo. Che si tratti di terapia, farmaci o persino ricovero in ospedale (nei casi più gravi), la persona amata deve sapere che non la lascerai quando le cose si fanno difficili.

Terapia in linea

Fonte: pexels.com

Tuttavia, se il tuo partner non è disposto a ricevere aiuto e tu non sei in grado di affrontare lui o la sua malattia, puoi cercare aiuto per te stesso. Non è necessario avere una malattia mentale per parlare con un terapista o un consulente. In effetti, se stai lottando con la malattia mentale del tuo partner o semplicemente hai problemi di relazione in generale, va bene per te parlarne con qualcuno. I terapisti sono lì per tutti, non solo per quelli con malattie mentali. E il tuo partner potrebbe vedere che stai parlando con un terapista e alla fine potrebbe decidere di unirti a te. Prova la terapia di coppia online mentre sono a casa e fagli capire che non c'è nulla di cui aver paura e che vuoi aiutare.