Trattare con genitori codipendenti: come aiutarli e come guarire

Quando pensiamo alla codipendenza nelle relazioni, spesso associamo il termine a una relazione romantica violenta. In realtà, una delle forme più comuni di codipendenza è sotto forma di genitori codipendenti. Spesso inconsapevolmente, il figlio o la figlia nella situazione può consentire il comportamento malsano del genitore. Ciò può comportare un costo enorme per il bambino e può causare effetti negativi duraturi. Per aiutare il genitore, entrambe le parti devono capire cos'è la codipendenza e come guarirla.

Confuso nel trattare con i genitori codipendenti (e come guarire)? Che la guarigione abbia inizio. Chatta subito online con un esperto certificato di terapia familiare.Fonte: pixabay.com

Cos'è la codipendenza?



Sentiamo spesso parlare di codipendenza nel contesto della dipendenza. Il dizionario Merriam-Webster definisce la codipendenza come 'una condizione psicologica o una relazione in cui una persona è controllata o manipolata da un altro affetto da una condizione patologica (come una dipendenza da alcol o eroina)'. Sebbene associare la codipendenza alla dipendenza sia ancora comune, oggi comprendiamo che l'abuso di sostanze non è sempre un fattore nelle persone codipendenti. Oggi, medici e psicologi hanno una migliore comprensione della codipendenza e sanno che le persone possono diventare dipendenti da una persona.

La codipendenza viene talvolta definita 'dipendenza da relazioni' perché qualcuno può diventare così dipendente da un'altra persona fino al punto di assuefazione. Questa dipendenza può anche prendere forma in una relazione genitore-figlio. Un genitore può diventare emotivamente e mentalmente dipendente dal proprio figlio quando si trova ad affrontare una situazione stressante. Un genitore codipendente farà affidamento sul figlio per la sua fonte di felicità, stabilità mentale e autostima. Quando il genitore perde il senso del controllo, può scagliarsi contro i suoi figli e talvolta può avere gravi esaurimenti. Il bambino da cui dipende può subire un grave tributo emotivo poiché la felicità del genitore codipendente è nelle loro mani.


Gli effetti della codipendenza

Le relazioni con persone codipendenti possono spesso essere emotivamente violente e distruttive. Quando un bambino ha genitori codipendenti, può sperimentare un impatto negativo duraturo sulla sua salute mentale, intelligenza emotiva e relazioni future. Purtroppo mancano studi o statistiche sui bambini che soffrono dopo essere cresciuti con un genitore codipendente. Tuttavia, gli esperti sanno che il problema sta diventando sempre più diffuso ogni anno.

Genitori e tutori svolgono un ruolo importante nell'aiutare un bambino a svilupparsi emotivamente e mentalmente. Quando un bambino ha genitori codipendenti, questo determina i suoi valori e comportamenti futuri. I bambini riprendono i genitori & rsquo; comportamenti e imitarli. La codipendenza può essere uno dei tanti comportamenti appresi da un genitore. Simile ad altre forme di dipendenza, la codipendenza può coinvolgere i membri della famiglia, quindi è importante fare attenzione quando si alleva un figlio che ha la possibilità di svilupparlo.



Uno studio dell'University College di Londra mostra che i bambini con genitori meno controllati ma più amorevoli avevano maggiori probabilità di essere più felici e più soddisfatti durante i loro anni da adulti. Sappiamo che una persona alle prese con la codipendenza si sente come se avesse bisogno di avere il controllo sul proprio figlio, altrimenti prova ansia o preoccupazione. I genitori eserciteranno un certo livello di controllo sul figlio, ma i genitori codipendenti assumeranno il controllo di un livello completamente diverso. Quando un genitore pone un controllo psicologico estremo su un bambino, gli studi suggeriscono che questo può diminuire la soddisfazione della vita e danneggiare il benessere mentale di un bambino. Questo è il motivo per cui è così importante trattare i problemi di codipendenza una volta diagnosticati.

Segni di un genitore codipendente

Proprio come con qualsiasi altra dipendenza, la codipendenza sembra diversa per tutti. È importante astenersi dall'autodiagnosticare e cercare una diagnosi da un consulente autorizzato o da uno psicologo. Di seguito sono riportati alcuni dei segni che indicano la codipendenza in una relazione genitore-figlio.


Fonte: pixabay.com
  • Controllo psicologico malsano attraverso il senso di colpa o l'abuso emotivo
  • Sbalzi d'umore o problemi di rabbia in caso di mancanza di controllo
  • Comportamento eccessivamente emotivo durante una discussione
  • Difficoltà a conversare senza arrabbiarsi o infuriarsi
  • Tende ad avere una mentalità da vittima anche se era quella sbagliata
  • Fare minacce per convincere l'altro a fare quello che vuole
  • Confondere la pietà con la simpatia
  • Essere passivi aggressivi quando non ottengono le cose a modo loro
  • Usare il trattamento del silenzio nel tentativo di ottenere il controllo e la compliance

Potrebbero esserci molti altri modi in cui la codipendenza si manifesta nelle relazioni. L'unico modo per sapere se qualcuno ha problemi di codipendenza è farsi diagnosticare da un professionista autorizzato.



Una relazione genitore-figlio può tornare alla normalità dopo la codipendenza?

Con i giusti confini e cure, una relazione genitore-figlio può essere di nuovo sana dopo la codipendenza. Normalmente, il comportamento correttivo deve iniziare con il genitore, soprattutto se il bambino è in giovane età. Ci sono alcuni passaggi che sono stati individuati dai professionisti per intraprendere la strada verso una sana relazione genitore-figlio.

Passi per guarire una relazione

Le relazioni che hanno sofferto di una forma di dipendenza devono essere trattate con cura amorevole. Quando si cerca di fermare la negatività che porta la codipendenza, è importante essere sempre attenti, rispettosi e sensibili. Potrebbe essere difficile, ma seguire da vicino questi passaggi può potenzialmente risolvere una relazione danneggiata.

  1. Cerca l'aiuto di un professionista esperto di codipendenza o dipendenza. Le sessioni di consulenza con un terapista autorizzato porteranno probabilmente a risultati migliori.
  2. Avere una comunicazione aperta rimanendo calmi e rispettosi l'un l'altro. Spesso i genitori codipendenti lottano per scatenare o esprimere rabbia nei confronti dei loro figli quando condividono i loro sentimenti. Questo è un ciclo che deve interrompersi per tornare alla normalità.
Confuso nel trattare con i genitori codipendenti (e come guarire)? Che la guarigione abbia inizio. Chatta subito online con un esperto certificato di terapia familiare. Fonte: rawpixel.com

Confuso nel trattare con i genitori codipendenti (e come guarire)?

Dai al bambino più libertà e controllo su se stesso. In alcune situazioni, passeranno anni in cui il bambino si sente come se non avesse il controllo sulle proprie decisioni. Come accennato in precedenza, un bambino deve avere un senso di indipendenza per avere maggiori possibilità di sentirsi soddisfatto della propria vita in futuro.

Stabilisci dei limiti l'uno con l'altro. Stabilire confini, aspettative e regole sono una parte importante per avere una sana relazione genitore-figlio. Con genitori codipendenti, è molto probabile che i confini non siano mai stati fissati. È meglio stabilire dei limiti, quindi ci sono regole chiare nella relazione che va avanti.

Sii indulgente quando i confini vengono superati e quando le regole vengono infrante. Il recupero da una relazione genitore-figlio codipendente è un lungo viaggio per entrambe le parti e sarà dura. Il perdono dovrebbe essere concesso liberamente quando una delle parti è sinceramente dispiaciuta per il proprio comportamento. Il bambino dovrebbe ricordare che il genitore ha a che fare con una condizione diagnosticata che causa il suo comportamento. Va notato che i genitori codipendenti possono usare la manipolazione per controllare e attraversare intenzionalmente i confini non va bene.

Come guarire dopo essere cresciuti con genitori codipendenti

Crescere con genitori codipendenti è innegabilmente difficile. È dimostrato che il comportamento negativo e di controllo ha un impatto duraturo sul bambino che dipende da loro. Una volta che il bambino raggiunge l'età adulta, può essere difficile avere amicizie sane e relazioni sentimentali. Possono anche esercitare il comportamento appreso anche nella loro futura famiglia. Ma la guarigione è possibile sia per i bambini che per gli adulti che hanno avuto a che fare con un genitore codipendente.

Consulenza

Per evitare di soffrire di codipendenza in futuro, i medici raccomandano alle persone in questa situazione di chiedere aiuto a un consulente autorizzato. Questo può aiutare a spezzare l'effetto generazionale che la codipendenza ha. Se il 'bambino' è ora un adulto, dovrebbe prendere in considerazione l'idea di andare in consulenza per la relazione con il proprio partner. Impariamo come trattare gli altri dai nostri genitori e crescere con genitori codipendenti non è un ambiente ideale in cui imparare. Anche se il bambino non ha una relazione o la sua relazione sentimentale è sana, la consulenza può fornire alle persone abilità relazionali sane che non aveva imparato prima.

Non più abilitazione

In un mondo ideale, la relazione sarà fissa e potrà essere di nuovo sana. Questo sarebbe fantastico e aiuterebbe a diminuire gli effetti dannosi della codipendenza. In realtà, questo non sempre accade. Proprio come con altre forme di dipendenza, la persona in difficoltà potrebbe non desiderare di riprendersi o fare pochi progressi. In questo caso, è compito del bambino interrompere l'abilitazione del comportamento.

Non abilitare più il comportamento dannoso può essere diverso per ogni relazione. Uno dei modi più semplici è dire ripetutamente: 'Stai infrangendo i miei confini e non sarò controllato'. Questo porta il genitore fuori dalla sua posizione di potere e può aiutarlo a capire cosa sta facendo. Spesso, l'abilitante si sente in controllo se può suscitare emozioni nel suo bambino. Cercare di non reagire alle azioni e alle parole offensive del genitore è anche un ottimo passo per non abilitare più.

La cosa più difficile da fare per il bambino è staccarsi dal genitore. Quando il bambino sente che la sua salute mentale è in gioco a causa dell'abuso emotivo e verbale da parte del genitore, può decidere di distaccarsi. La codipendenza è una forma di dipendenza e, in alcuni casi gravi, la presenza di un bambino può favorire la sofferenza della persona. Il bambino deve rendersi conto che non è responsabile della felicità o delle azioni dei suoi genitori. Se la salute mentale del bambino soffre di essere dipendente, va bene per lui fare una pausa. Devono farlo con gentilezza e amore, assicurarsi che i loro genitori ricevano aiuto da un terapeuta e continuare a sostenerli.

Fonte: pixabay.com

Trattare con genitori codipendenti

Ottenere l'aiuto di un genitore codipendente è un passo altruistico e coraggioso per qualsiasi bambino, indipendentemente dall'età. Fare affidamento sulla felicità di qualcun altro è una responsabilità eccessiva per la quale nessuna persona potrebbe essere preparata. Il modo migliore per aiutare è ottenere al genitore codipendente l'aiuto di cui ha bisogno da un terapista autorizzato in modo che possa interrompere il suo comportamento. Si raccomanda inoltre vivamente al bambino nella situazione di cercare consulenza per aiutarlo a sentirsi sicuro di avere relazioni sane in futuro.

Domande frequenti (FAQ)

Cos'è un genitore codipendente?

Un genitore codipendente può essere descritto come qualcuno che condivide un attaccamento ossessivo e irrazionale al proprio figlio. In una relazione genitore-figlio codipendente, il genitore codipendente tende ad essere bisognoso e sfruttatore nei confronti del figlio adulto o dei figli adulti e cercherebbe sempre di controllare ogni aspetto della vita del proprio figlio in ogni momento. Una relazione genitore-figlio codipendente può non essere necessariamente violenta o violenta fisicamente, ma spesso è estenuante dal punto di vista mentale ed emotivo.

Un genitore codipendente crede che le proprie azioni siano nel migliore interesse del proprio figlio, anche quando queste azioni possono avere un effetto dannoso sul benessere del proprio figlio. Un genitore codipendente ha difficoltà a capire che i propri figli adulti potrebbero non aver sempre bisogno di loro e non ha problemi a far inciampare il figlio o ad essere passivo aggressivo per fare quello che vogliono. Il senso di colpa è una tattica manipolativa comune ai genitori codipendenti e viene utilizzata per mantenere le dinamiche di potere della relazione.

Cosa causa un genitore codipendente?

Una serie di fattori contribuisce a questo tipo di comportamento. Una relazione genitore-figlio codipendente può coinvolgere un genitore con una storia di dipendenza da alcol o droghe, che consente loro di dare la priorità ai propri bisogni rispetto al proprio figlio adulto. Un genitore codipendente potrebbe anche aver vissuto un'infanzia traumatica in cui sono stati costretti a compromettere i propri interessi per compiacere i propri genitori narcisisti.

In caso di perdita di un partner, il genitore sopravvissuto potrebbe anche formare una relazione codipendente con il figlio come un modo per affrontare i problemi di dolore e ansia. Il genitore codipendente può anche dare al bambino sensi di colpa che lo faranno pensare che siano un peso per il genitore, il che potrebbe portare a sentimenti di depressione e bassa autostima.

I genitori che affrontano problemi di salute possono anche scegliere di mantenere una relazione codipendente con i loro figli adulti o adulti, specialmente se i loro familiari e amici li hanno alienati. Un genitore codipendente può anche sperimentare sbalzi d'umore in risposta alle azioni del figlio.

Ho un genitore codipendente?

Se un tuo genitore ti fa costantemente sentire in colpa o fa commenti passivi aggressivi nel tentativo di costringerti a fare qualcosa che non vuoi, allora questo potrebbe essere indicativo di una relazione codipendente. Un genitore codipendente può anche impedire al figlio di avere un migliore amico, con l'intenzione di diventare l'unico migliore amico del figlio. Se i tuoi genitori ti fanno costantemente sentire in colpa per aver voluto trascorrere del tempo con i tuoi amici, potresti dover considerare il loro motivo.

Un genitore codipendente sperimenterebbe spesso sbalzi d'umore durante una discussione e proietta una sensazione di dipendenza estrema che lo fa sembrare vulnerabile e impotente senza il figlio adulto o figli adulti anche quando questo non è il caso. Quando un genitore codipendente si rende conto che far inciampare in colpa il proprio figlio adulto a fare qualcosa non funziona più, può minacciare di farsi del male.

Se sei mai stato costretto in giovane età a prendere una decisione a causa delle pressioni dei tuoi genitori, forse quando ti hanno fatto abbandonare la scuola superiore perché non volevano che tu fossi lontano da loro, o quando hanno sabotato la tua relazione con altri membri della famiglia perché affermano di aver paura di perderti, questi sono alcuni degli attributi di un genitore narcisista e possono essere considerati segni premonitori di comportamento codipendente.

Quali sono i segni di una persona codipendente?

Una persona codipendente ha una mentalità da vittima, che le fa sentire autorizzate all'attenzione e al rispetto degli altri. Ciò si manifesta spesso attraverso comportamenti che provocano sensi di colpa e sbalzi d'umore insinceri che possono comportare l'uso di comportamenti aggressivi passivi. Piuttosto che avere una conversazione onesta per risolvere il conflitto, una persona codipendente può scegliere di impiegare tattiche manipolative come il trattamento del silenzio come un modo per far inciampare i figli adulti a provare compassione nei loro confronti.

Una persona codipendente non si assume mai la responsabilità delle proprie azioni e crede di avere sempre ragione indipendentemente dalla situazione. In alcuni casi, la persona passiva in una relazione codipendente può lasciare scelte come la scuola superiore da frequentare o se deve accettare un lavoro part-time affinché la persona dominante decida per loro conto.

Una persona codipendente può soffrire di un disturbo mentale come il disturbo borderline di personalità e il disturbo di personalità da dipendenza, ma non tutte le persone codipendenti mostrano sintomi di questi ordini. Tuttavia, se la persona codipendente sta lottando con un problema di dipendenza, è importante che cerchi aiuto.

Che aspetto ha un genitore codipendente?

Un genitore codipendente può spesso descrivere se stesso come il migliore amico del proprio figlio, soprattutto quando non permette al proprio figlio di avere altri amici. Un genitore codipendente ricorrerà all'uso di comportamenti manipolatori come il trattamento del silenzio per assicurarsi che il bambino si senta abbastanza colpevole da sottomettersi alla sua volontà.

Ad esempio, un padre codipendente può accusare sua figlia di non fargli visita, solo per convincerla a promettere che sarebbe andata più spesso. Una volta che ha ottenuto la sua promessa, potrebbe dirle di non preoccuparsi perché non vuole che lei pensi che il senso di colpa la sta facendo inciampare, il che farebbe rassicurare la figlia che la sua decisione si basa sulla sua convinzione che sia giusto. cose da fare.

Qual è la radice della codipendenza?

In una relazione genitore-figlio codipendente, un genitore narcisista dà la priorità ai propri bisogni prima del figlio. La codipendenza può anche coinvolgere la relazione tra un figlio adulto e altri membri della famiglia, così come una relazione romantica tra due persone. Anche i bambini che crescono in famiglie disfunzionali con genitori narcisisti possono finire per essere loro stessi genitori codipendenti.

La codipendenza può anche essere il risultato di disturbi mentali come il disturbo di personalità da dipendenza e il disturbo di personalità borderline, così come altri disturbi di personalità che possono avere un effetto negativo sul rapporto di un genitore con il proprio figlio.

Che aspetto ha una relazione codipendente?

Una relazione codipendente generalmente coinvolge un individuo che si aspetta amore e devozione incondizionati dal proprio partner, figlio o famiglia. Le relazioni codipendenti dipendono da un ciclo di bisogno, con una persona che ha bisogno dell'altra e l'altra persona che vuole essere necessaria. Questo tipo di relazione è considerato malsano perché è una forma di dipendenza.

In una relazione genitore-figlio codipendente, il genitore può far sentire in colpa il figlio adulto per non aver dato la priorità ai bisogni del genitore, mentre il figlio adulto può anche sentirsi in colpa per non aver soddisfatto il bisogno del genitore narcisista. Una relazione genitore-figlio codipendente è quella in cui il bambino porta il peso della responsabilità e si sente obbligato a compiacere i suoi genitori narcisisti.

Che cos'è una relazione tossica madre figlio?

I genitori tossici spesso non hanno riguardo per i sentimenti e il benessere dei loro figli, il che consente comportamenti violenti. I genitori tossici userebbero solitamente misure di inciampo di colpa nei confronti dei figli adulti, ma non si sentirebbero mai in colpa per aver approfittato dei loro figli adulti.

Ad esempio, nella situazione in cui il padre del bambino è assente, una madre tossica darebbe a un figlio viaggi di colpa per far sentire il bambino in colpa per aver sopportato il dolore di allevarlo come un genitore single. Questo crea una situazione in cui il bambino si sente in debito con la madre, trascorre molto tempo da solo con lei e cerca sempre di compiacere sua madre indipendentemente dalle sue richieste.

Le madri tossiche sono spesso genitori narcisisti e possono persino alienare ogni altra donna nella vita del loro bambino che considerano una minaccia per la loro relazione con il figlio. A partire dal partner romantico del figlio, potrebbero dargli sensi di colpa sostenendo che non li ama o non si preoccupa più per loro.

La codipendenza è un disturbo della personalità?

Inizialmente, la codipendenza era usata per descrivere qualcuno che vive o ha una relazione con una persona dipendente. Ma nel corso degli anni, la codipendenza ha assunto un significato più ampio, con alcuni esperti che suggeriscono che dovrebbe essere considerata un disturbo della personalità. Tuttavia, sebbene la codipendenza si sovrapponga a problemi di salute mentale come il disturbo di personalità dipendente (DPD), il disturbo borderline di personalità (BPD) e il disturbo istrionico di personalità (HPD), non è generalmente accettato che sia un disturbo di personalità a sé stante.