Come funziona la terapia dell'avversione?

Panoramica

Fonte: pxhere.com



La terapia dell'avversione apparve per la prima volta nel 1932 e da allora è stata utilizzata e controversa. Questo tipo di terapia di condizionamento è un trattamento in cui l'individuo sperimenta uno stimolo e allo stesso tempo è esposto ad un certo disagio. L'idea è che la mente assocerà il disagio al comportamento che viene trattato, e questo disagio alla fine scoraggerà l'individuo dall'impegnarsi nel comportamento indesiderato. La terapia dell'avversione viene somministrata da un terapista, psicologo, psichiatra o altro professionista della salute mentale certificato. Ci sono molte ragioni per scegliere la terapia dell'avversione come trattamento per sbarazzarsi di comportamenti indesiderati, ma la ragione più comune per il suo uso di recente è una dipendenza.

Questo tipo di terapia è la terapia comportamentale. Le terapie comportamentali sono trattamenti psicologici che vengono utilizzati per modificare il comportamento indesiderato. Il cambiamento del comportamento indesiderato si ottiene attraverso il condizionamento e il condizionamento risale alle teorie del condizionamento classico. L'idea che la mente possa essere condizionata attraverso l'associazione, la ripetizione e l'esposizione, per cambiare il comportamento indesiderato, è al centro di tutti i tipi di terapia comportamentale.


Il controcondizionamento, il condizionamento desensibilizzante, la terapia dell'avversione e l'allagamento sono tutti i tipi di terapia comportamentale. Ogni terapia ha i suoi punti di forza e i terapisti utilizzano questi diversi tipi di terapia per ottenere risposte specifiche. Persone diverse rispondono in modo diverso alla terapia e quindi solo un terapista, un consulente o uno psicologo può consigliarti sul tipo di terapia più adatto a te.

La terapia dell'avversione era una volta popolare per il trattamento della dipendenza, ma è stata anche utilizzata, con vari gradi di successo, per bandire altri comportamenti indesiderati. Uno degli usi più controversi di questa terapia in passato era la terapia con shock elettrico per 'curare' l'omosessualità. Per coloro che giocano d'azzardo, fumano o si impegnano in comportamenti che stavano rovinando le loro relazioni, un tempo questo tipo di terapia era considerato efficace.



Terapia dell'avversione per la dipendenza



Fonte: rawpixel.com

Per molti, la dipendenza provoca il caos nelle loro vite e nelle loro relazioni. I matrimoni colpiscono le rocce, le amicizie soffrono e gli stretti legami familiari si rompono quando è presente la dipendenza. La terapia dell'avversione è un intervento di trattamento comportamentale che ha avuto successo nell'affrontare i comportamenti di dipendenza. La terapia dell'avversione per la dipendenza si basa fortemente sui farmaci, ma vengono utilizzati anche altri tipi di terapia dell'avversione. Il problema principale che si pone una volta che questa terapia aiuta a cambiare il comportamento è una ricaduta.

Il tipo di farmaci usati per la terapia dell'avversione quando si tratta di dipendenza include naltrexone e disulfiram. Il naltrexone blocca gli effetti degli oppioidi e quindi diminuisce il desiderio di usare il farmaco che crea dipendenza. Il naltrexone abbassa il desiderio di alcol, migliora l'astinenza e riduce la possibilità di ricaduta.


Disulfiram lavora per creare un'avversione al bere alcolici provocando una reazione tipo sbornia quando l'alcol viene ingerito. Il disulfiram funziona per alcuni, ma altri potrebbero scegliere di non assumere il farmaco se intendono bere. Questo farmaco, tuttavia, funziona come un deterrente quando viene assunto regolarmente perché una volta assunto, il consumo di alcol innescherà un'immediata reazione di sbornia.



Altri tipi di terapia di avversione per la dipendenza includono tecniche di avversione elettrica e tecniche di avversione alle immagini. L'avversione elettrica funziona somministrando una scossa elettrica quando l'individuo si impegna nel comportamento indesiderato. Le tecniche di immaginazione dell'avversione usano le immagini per 'scioccare' o innescare l ''avversione' quando l'individuo si impegna nel comportamento indesiderato. Entrambe le tecniche si basano sul presupposto che alla fine l'individuo assocerà cose negative al comportamento indesiderato e cambierà il comportamento.

Critiche

La terapia dell'avversione con l'uso di droghe ha ricevuto critiche a causa dei problemi che può causare. Il disulfiram e altri farmaci che scatenano i postumi di una sbornia o una malattia quando si beve possono e hanno fatto ammalare alcune persone. Un altro problema con la terapia di avversione ai farmaci è che il naltrexone non può essere assunto fino a quando un individuo non è completamente sobrio o può sperimentare effetti collaterali negativi come sintomi di astinenza immediati e gravi.

Le critiche alle tecniche elettriche e di immaginazione ruotano attorno all'efficacia delle tecniche in generale. Sebbene molti credano che lo shock elettrico e le tecniche di immaginazione funzionino e creino un'avversione alla dipendenza; la ricerca clinica mostra che questi tipi di terapia di avversione sono meno efficaci della terapia di avversione ai farmaci. L'efficacia di queste due tecniche dipende in gran parte dall'individuo e da come rispondono.

La maggior parte degli psicologi / psichiatri, consulenti e terapisti concordano sul fatto che i tassi di ricaduta sono alti dopo l'uso della terapia di avversione. Le terapie di avversione possono aiutare coloro che soffrono di dipendenza mentre sono nello studio del terapeuta, ma una volta che lasciano lo studio, la terapia è meno efficace. Con tassi di ricaduta così alti, la maggior parte, se non tutti, psicologi e terapisti utilizzano nuove tecniche cognitivo-comportamentali per trattare la dipendenza.

Terapia dell'avversione e disturbi compulsivi

Fonte: rawpixel.com

La terapia dell'avversione è una terapia di modifica del comportamento e questo tipo di terapia funziona bene per i disturbi compulsivi. Esistono diversi tipi di terapia di avversione utilizzata per controllare i disturbi compulsivi come mangiarsi le unghie, strapparsi la pelle, strapparsi i capelli e altri. La modifica del comportamento utilizzando la terapia dell'avversione può essere semplice come far scattare un elastico sul polso o intensa come ricevere una scossa elettrica.

La terapia di avversione comune per mangiarsi le unghie consiste nell'applicare una sostanza dal sapore amaro all'unghia. Una volta applicata la sostanza, quando l'individuo morde l'unghia, assaggia la sostanza amara, e questo può essere sufficiente per modificare il comportamento indesiderato. La ricerca mostra che la terapia di avversione allo shock elettrico funziona bene anche per mangiarsi le unghie con un'efficacia fino all'80% di successo.

Non ci sono molte ricerche disponibili sulla terapia di avversione elettrica per tirare i capelli, ma quel poco che c'è mostra che la terapia di avversione elettrica aiuta a scoraggiare lo strappo di capelli. Altri tipi di disturbi ossessivo-compulsivi e compulsivi sono stati trattati in passato con la terapia di avversione allo shock elettrico. La scossa elettrica viene applicata ogni volta che il comportamento compulsivo è impegnato e questo disagio si associa al comportamento indesiderato. Una volta che lo shock e il comportamento sono accoppiati in mente, l'individuo non vuole più impegnarsi in un comportamento ossessivo-compulsivo indesiderato, almeno questa è la teoria.

Critiche

Molti terapisti e medici di psichiatria / psicologia non sono d'accordo con l'uso della terapia di avversione per i disturbi ossessivo compulsivi (DOC). La maggior parte dei medici e dei terapisti concorda sul fatto che il tipo di trattamento più efficace per il disturbo ossessivo compulsivo è la terapia cognitivo comportamentale. L'uso di stimoli dolorosi per creare un'avversione ai comportamenti OCD di solito non è il primo tipo di terapia utilizzato per trattare questo problema.

La terapia dell'avversione è elencata come un trattamento praticabile per il disturbo ossessivo compulsivo su alcuni siti Web, ma la maggior parte di coloro che lavorano nel settore della salute mentale non è d'accordo con questo trattamento e concorda sul fatto che la terapia di esposizione e risposta (ERT) e la terapia cognitivo comportamentale (CBT) funzionano meglio e sono le prime terapie utilizzate per il trattamento del DOC.

Le preoccupazioni etiche sull'uso di shock dolorosi hanno reso obsoleta la terapia dell'avversione. Il campo della psicologia ha fatto molti progressi nella comprensione del DOC e le terapie moderne hanno un effetto molto maggiore sul controllo di questo disturbo d'ansia. Semplici tecniche di avversione come spezzare un elastico sul polso ogni volta che emerge un comportamento indesiderato possono aiutare un individuo a focalizzare l'attenzione, ma la scossa elettrica è quasi un ricordo del passato.

Alternative moderne di terapia dell'avversione

Fonte: pexels.com

I trattamenti moderni per la dipendenza raramente includono tecniche di avversione. I farmaci sono ancora utilizzati per sostenere le persone con problemi di dipendenza, ma non sono farmaci di 'avversione'. I farmaci vengono utilizzati per supportare il tossicodipendente durante l'astinenza; poi vengono gradualmente svezzati dal farmaco di supporto. L'astinenza dalla dipendenza può essere pericolosa per la vita e l'uso di droghe per sostenere qualcuno durante l'astinenza è comune.

Una volta che una persona completa la disintossicazione, può iniziare il trattamento per le cause alla base della dipendenza. Terapie cognitivo comportamentali più comunemente utilizzate per trattare questi problemi sottostanti. I gruppi di supporto e la consulenza sono importanti per il successo del recupero ed evitare le ricadute. La ricerca scientifica sulla dipendenza ha dimostrato che le cause fisiche e psicologiche della dipendenza richiedono più delle semplici tecniche di terapia dell'avversione.

La terapia dell'esposizione e della risposta (ERT) è una moderna alternativa alle obsolete tecniche di terapia dell'avversione. L'esposizione e la risposta funzionano meglio della terapia dell'avversione perché si concentra sull'affrontare il problema reale, quindi sull'imparare ad affrontare efficacemente lo stress che si verifica quando il comportamento non viene agito. Gli individui sono esposti ai fattori scatenanti che precipitano i comportamenti OCD; quindi vengono guidati attraverso una risposta efficace al grilletto. L'individuo impara che lo stress e l'ansia diminuiranno da soli, senza impegnarsi nel comportamento.

Sebbene alcuni possano ancora offrire questo tipo di terapia psicologica, la maggior parte lo ha abbandonato per terapie più progressive e scientifiche. Man mano che la scienza della psicologia cresce e si espande, crescono anche i trattamenti e le terapie.