Cos'è la formazione di reazione? Definizione, psicologia, teoria e applicazioni

Ci piace pensare di essere creature ragionevoli. Vogliamo le cose e andiamo verso di loro, pensiamo qualcosa, lo diciamo (se è opportuno). Naturalmente, come tutti sappiamo, questo diventa molto più complicato in pratica che in teoria, ma molte persone pensano ancora che siamo tutti esseri razionali e intenzionali. Facciamo affidamento su questo presupposto quando guardiamo anche gli altri fare delle scelte. Partiamo dal presupposto che ci sia una connessione tra i pensieri che le persone hanno e le azioni che intraprendono, e che la connessione sia chiara, almeno per la persona che lo fa.

Fonte: pexels.com



Ma sappiamo anche che le persone possono essere disoneste. Ci nascondiamo le cose a vicenda, e anche più complicate; nascondiamo le cose a noi stessi. Abbiamo tutti idee e pensieri che non condividiamo, a causa di imbarazzo, paura, confusione o qualcos'altro. Possiamo provare a spingere quei pensieri nella nostra mente, persino provare a smettere di pensarli. A volte possiamo controllarci, resistere alle nozioni casuali o addirittura spiacevoli che ci vengono in mente.

Ma a volte, queste nozioni portano ad azioni che non intendiamo e che potremmo non essere completamente in grado di controllare. A volte finiamo per agire nella direzione completamente opposta a ciò che vogliamo. Ripetutamente.


La formazione della reazione è un esempio di uno dei modi in cui la nostra mente e il nostro corpo possono allontanarsi da noi. Può essere difficile da identificare, ma comprendere questo aspetto della psicologia umana può essere enormemente utile per capire quanto la vita possa diventare disordinata per tutti noi. In questo articolo discuteremo cos'è la formazione della reazione, da dove proviene, le idee che hanno portato alla sua creazione e come può essere applicata per migliorare le nostre vite.

Che cos'è comunque una formazione di reazione?

È probabile che tu abbia incontrato questa idea in una forma o nell'altra e non ti sei reso conto che si chiamava formazione di reazione. L'idea di base è quando qualcuno agisce direttamente in contrasto con i propri desideri interni disturbanti come meccanismo di difesa per nascondere quei desideri. Il concetto fu identificato per la prima volta dal famoso psicologo Sigmund Freud, poi esplorato in seguito in modo più dettagliato da sua figlia Anna. Questo si inserisce nel modello generale di Sigmund Freud come difesa dell'ego, qualcosa che facciamo per proteggere noi stessi che non vogliamo che gli altri sappiano, o anche qualcosa che non vogliamo ammettere a noi stessi.



Quando qualcuno ha pensieri razzisti di cui si vergogna, quindi è eccessivamente gentile con le persone di colore, o quando qualcuno che ha impulsi omosessuali denuncia ad alta voce l'omosessualità, questi possono essere esempi di formazione di reazione.



Un concetto associato alle formazioni di reazioni è il fuoribordo. Il fuoribordo è comunemente osservato in una formazione di reazione. Quando agiamo per nascondere sentimenti che non ci piacciono, tendiamo a 'esagerare' nella nostra risposta. Ad esempio, se ci vergogniamo di quanto vogliamo mangiare il dolce, invece di dire che non vogliamo alcuna torta, ci arrabbiamo e parliamo di quanto la torta sia cattiva, di come nessuno dovrebbe volerla e di come sia mangiarla. irresponsabile.

Come puoi identificare una formazione di reazione?

Come per molti problemi psicologici, una formazione di reazione può essere difficile da identificare. È racchiuso in questioni di motivazione, desiderio e intento, che richiedono consapevolezza di sé e onestà da parte dell'individuo che agisce per valutare correttamente. Se qualcuno si scaglia con rabbia contro qualcosa, non è necessariamente perché vuole segretamente quella cosa e potrebbe non ammetterlo mai anche se lo fa.

Questo è anche il motivo per cui una formazione di reazione è più probabile quando il desiderio è parzialmente o totalmente subconscio. Affrontare emozioni imbarazzanti è già abbastanza difficile, ma quando non sai nemmeno come descriverle a te stesso, diventa molto più difficile farlo con gli altri. Inoltre, se qualcuno si comporta come se odiasse qualcosa, è più probabile che presumiamo che lo odi e che in fondo lo ami.


Tutto ciò è ulteriormente complicato dal fatto che la formazione della reazione è una risposta ai pensieri per i quali ci sentiamo negativi. La paura, la vergogna e la confusione sono alcune delle motivazioni principali per una formazione reattiva. Poiché tutti proviamo queste sensazioni per ragioni diverse, è difficile sapere con certezza cosa sta succedendo. Se il tuo collega sembra odiare l'omosessualità, ma non pensi che ci sia qualcosa di sbagliato nei pensieri omosessuali, l'idea che il tuo collega stia reprimendo gli impulsi 'vergognosi' potrebbe non venire mai in mente perché non pensi che quegli impulsi siano vergognosi nel primo posto.



Il punto generale è questo: una formazione di reazione è un'esperienza complicata e sapere che è ciò che qualcuno sta facendo richiede pratica e cura per identificarsi. Sebbene essere consapevoli di questo concetto e di come si svolge può essere utile, è ancora un'identificazione che è meglio lasciare ai professionisti

Come si verificano le formazioni di reazione?

Fonte: pexels.com

Le formazioni di reazione si verificano per molte ragioni che dipendono dalla persona, ma alcuni elementi le rendono molto più probabili. In primo luogo, a causa della vergogna / paura / confusione che tipicamente motiva la risposta difensiva in primo luogo, le questioni che minacciano il nostro desiderio di appartenere a un gruppo e alla società sono aree comuni per una formazione di reazione. In secondo luogo, più la questione è emotivamente carica e meno spazio per l'ambiguità nella scelta, maggiore è il potenziale per una formazione di reazione.

Resistere ai pensieri e alle emozioni che ci separano

Le persone sono tipicamente motivate ad avere una formazione di reazione a causa del senso di colpa, della paura e della confusione. Abbiamo paura di essere completamente chi siamo o desideriamo essere di fronte ad altre persone. A volte abbiamo impulsi o idee che ci spaventano, che ci fanno pensare 'le persone NON mi accetterebbero se lo facessi'. Mentre questo genere di cose è più probabile per i giovani, in verità, questo può accadere a chiunque in qualsiasi momento.

Pensieri e sentimenti vergognosi possono essere profondamente alienanti. Siamo tutti spinti a formare legami di amicizia ed è doloroso essere soli. Quando abbiamo pensieri e idee che ci fanno sentire come se potessero farci perdere quelli a cui teniamo, è più probabile che neghiamo quelle idee e sentimenti piuttosto che affrontarli impulsivamente.

In verità, le idee di cui ti vergogni sono state probabilmente pensate, in una forma o nell'altra, da qualcun altro. Quella persona probabilmente non ha detto nulla perché presumeva anche che sollevarlo pubblicamente avrebbe portato alla vergogna e alla condanna. Quindi ci muoviamo tutti insieme e intorno a noi con pensieri che, per quanto ne sappiamo, sono vergognosi e imbarazzanti.

È questo fondamentale fraintendimento di cosa significhi essere un essere umano che può portare alla formazione della reazione. Quella paura che tu sia più strano di quanto pensassi. Quando ti vergogni di non essere stato educato o semplicemente che l'idea è nuova e confusa, non hai idea di come comportarti, quindi agisci contro di essa perché almeno puoi gestirla.

Questioni che possono portare a una formazione di reazione

Anche se non esiste una ricerca approfondita per determinare quali sfide possono portare a una formazione di reazione, ci sono stati alcuni tipi di problemi comuni che sono stati identificati come più propensi a portare a una formazione di reazione. I problemi che sono carichi di forti conseguenze potenziali (scelte sull'identità culturale, decisioni sulla preferenza sessuale) e decisioni che hanno un forte quadro decisionale binario (gay vs etero, sono un buon genitore vs cattivo genitore) sono decisioni in cui ogni scelta è una sfida.

I problemi che possono portare a formazioni di reazione includono

Identità culturale- Quando ti senti intrappolato, ad esempio, tra il tuo patrimonio etnico e nazionale, o la cultura del tuo gruppo di amici rispetto alla tua famiglia, potresti ribellarti a una scelta in modo eccessivamente forte.

Fonte: pexels.com

Identità sessuale- L'identità sessuale di tutti può essere un luogo molto doloroso per un potenziale giudizio. Condividere le tue preferenze sessuali, per non parlare della scelta di quella che percepisci come controversa, può essere straziante.

Problemi di famiglia- Genitori che si sentono in colpa per la loro relazione con i loro figli, fratelli che si sentono critici sulle scelte dei loro fratelli, conflitti con i suoceri, tutte queste situazioni e altro ancora sono mature per la formazione della reazione come meccanismo di difesa contro il conflitto.

Cosa puoi fare per le formazioni di reazione?

Le formazioni di reazione non sono definite così chiaramente come altri disturbi. Esistono criteri chiari su questioni come l'ADHD o la depressione e, sebbene entrambi i problemi richiedano ancora una diagnosi professionale, i criteri sono più chiari per un osservatore esterno. Poiché l'identificazione di una formazione di reazione richiede la valutazione del comportamento esteriore rispetto alle motivazioni interne che possono o non possono essere chiare, è necessario un po 'di lavoro per estrarle e iniziare ad affrontarle.

Alcuni segni rendono il comportamento disfunzionale più probabilmente il risultato di una formazione di reazione che altro. Tuttavia, sono anche condivisi con altri potenziali problemi. Se tendi a controllare le conversazioni, lo stai facendo per assorbimento di te stesso o perché hai paura di dove potrebbe andare la conversazione? Quando reagisci con forza alle questioni relative alla cultura, è una formazione di reazione o un segno di problemi di rabbia in generale?

Se pensi di avere o di avere formazioni di reazione contro problemi nella tua vita, potrebbe valere la pena di parlarne con un consulente. Sebbene sia sempre utile praticare la consapevolezza di sé quando si riflette sul proprio comportamento, essere onesti e chiari quando non si lavora coscientemente verso i propri desideri veri richiede pratica e competenza. Si consiglia vivamente di consultare un professionista quando si affrontano queste sfide.

Le formazioni di reazione possono verificarsi con chiunque

Fonte: pexels.com

In genere, quando le persone imparano cos'è una formazione di reazione, possono pensare ad almeno un esempio in cui loro o qualcuno che sapevano probabilmente ne stava avendo uno. Questo perché noi e le nostre menti siamo complicati. Non sappiamo sempre perché stiamo facendo quello che facciamo e abbiamo ancora più difficoltà a comprendere le motivazioni degli altri.

Per quanto strano possa sembrare, non facciamo sempre le scelte migliori per promuovere i nostri interessi e possiamo persino fare scelte che funzionano completamente in contrasto con ciò che vogliamo. La paura, la vergogna e la confusione possono portarci su quel percorso e può essere quasi impossibile liberarci da quel percorso comportamentale.

Le formazioni di reazione sono un problema psicologico che può causare gravi danni e che beneficia enormemente della competenza, della pazienza e della cura di lavorare con un professionista. Gli esperti di ReGgain sono esperti nell'aiutare con questi problemi e capiscono quanto possono essere provati.

Essere confusi o addirittura spaventati dal tuo comportamento fa parte dell'esperienza umana. Rendersi conto che si desidera apportare un cambiamento e fare il lavoro graduale per arrivarci sono decisioni difficili da prendere, ma ne vale la pena.